Questo sito utilizza cookie e tecnologie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito www.alimenticani.it senza modificare le impostazioni dei cookie accetti le nostre politiche sulla privacy, che puoi vedere nel dettaglio al link http://www.alimenticani.it/cookie-policy

Stampa

Problemi renali del cane: perché si manifestano e come si possono contrastare

L'insufficienza renale del cane è purtroppo una condizione molto diffusa, di conseguenza accade molto frequentemente che i veterinari diagnostichino questa problematica.

L'insufficienza renale dei cani è sostanzialmente una degenerazione progressiva dei reni, organi che, come noto, adempiono ad una funzione assai importante, ovvero quella di depurare l'organismo.

Problemi renali del cane: perché si manifestano e come si possono contrastare

Secondo molti veterinari l'insufficienza renale dei cani sarebbe una patologia diffusa perché il massiccio utilizzo di mangimi industriali di qualità carente metterebbe a dura prova i reni degli animali, depositando nell'organismo importanti quantità di sostanze tossiche che vengono successivamente smaltite con grande difficoltà.

Si possono distinguere due diverse forme di insufficienza renale del cane, ovvero quella acuta e quella cronica.
L'insufficienza acuta è piuttosto improvvisa e ha dunque delle manifestazioni evidenti, comportando quello che viene comunemente definito blocco renale, l'insufficienza cronica invece si manifesta in maniera più graduale, per contro però in moltissime circostanze è quella più pericolosa per la salute dell'esemplare.

Ovviamente solo un veterinario può verificare se un esemplare è effettivamente interessato da una simile condizione, il padrone del cane ad ogni modo deve prestare attenzione ad eventuali sintomi che potrebbero essere considerati un campanello d'allarme in tale ottica.

Accade molto frequentemente, ad esempio, che il cane interessato da insufficienza renale tenda a bere più del dovuto, e un comportamento di questo tipo non è casuale: il cane che convive con questo problema di salute tende produrre eccessive quantità di urina, di conseguenza per ovviare alla massiccia perdita di liquidi avverte una sensazione di sete ben più accentuata rispetto alla norma.

Anche delle minzioni eccessivamente frequenti potrebbero dunque essere considerate sintomo di un'insufficienza renale, allo stesso modo non si devono trascurare dimagrimenti repentini, alito cattivo e mancanza di appetito.

Solo ed esclusivamente il veterinario potrà suggerire un adeguato percorso terapeutico dopo aver visitato con attenzione l'esemplare, ad ogni modo è sicuramente importante scegliere dei mangimi specifici.
Trainer Sensirenal è un valido esempio di mangime di qualità per tutti i cani predisposti a sensibilità renale, e si rivolge in particolar modo agli esemplari di età compresa tra 1 e 6 anni e dalla taglia medio-grande.

La presenza di specifici ingredienti quali l'uva bianca, la cicoria, il broccolo e la carne di maiale, la quale costituisce l'unica fonte proteica del prodotto, è da considerarsi ideale per i cani che palesano questo tipo di necessità.